Il nostro “Speciale Juventus Club d’ Italia” prosegue con l’ intervista allo Juventus Club Doc Bitetto Gianni & Umberto Agnelli in provincia di Bari. Ringraziamo il Presidente Antonio Laneve per la disponibilità nel rispondere alle domande riguardanti il loro club e il mondo juventino.

Come è stata, fino ad ora, la stagione 2014/2015 della Juventus?

Finora la stagione possiamo considerarla abbastanza soddisfacente, nonostante qualche punto perso per strada. Forse eravamo abituati troppo bene alla Juve schiaccia sassi dello scorso anno.

Come avete preso l’ addio di Conte e la nomina di Allegri come suo successore?

Personalmente l’ho presa malissimo, essendo suo coetaneo ed avendo vissuto la sua juventinità di pari passo al mio tifo per la Vecchia Signora, non me lo sarei mai aspettato. Vedevo un Conte alla Fergusson che, nonostante la rosa non paragonabile alle grandi squadre europee, avrebbe pazientato qualche anno pur di portare la coppa dalle grandi orecchie a Torino. In linea di massima è stato tutto il club a non digerire il suo abbandono così come non ha gradito la nomina di Allegri. Io stesso non ero un grande estimatore dell’allenatore livornese, non tanto per le sue qualità tecniche, ma per i commenti da lui espressi quando allenava il Milan, però devo dire che mi sono ricreduto come si è ricreduta la maggior parte dei soci del nostro club.

Chi è per voi l’ antagonista della Juventus per la lotta allo scudetto?

Senza ombra di dubbio la Roma, se non fosse stata così competitiva il campionato sarebbe stato già chiuso.

Come si vive nella vostra zona il tifare Juventus?

Si vive con grandissima passione nonostante la distanza che ci separa da Torino, la Juventus è un pezzo di cuore.

Quale deve essere il vero spirito del tifoso secondo voi?

Tifare per la propria squadra e rispettare i tifosi avversari ricordandoci che il calcio è pur sempre un gioco.

Si avverte in questo periodo molta antijuventinità, non solo nei normali sfottò tra tifosi, ma soprattutto nei media che dovrebbero invece trattare l’informazione in modo neutrale, voi cosa ne pensate in merito?

Nei tifosi c’è sempre stata, quello che mi lascia pensare è l’inasprirsi dell’anti juventinità tra i media. Ormai è all’ordine del giorno che se capita un episodio a nostro favore le tv ed i giornali ne parlano per giorni e giorni, se l’episodio è a sfavore non se ne parla affatto o si fa di tutto per giustificarlo.

Quando e’ stato fondato il vostro club?

Lo Juventus Club DOC Bitetto “Gianni & Umberto Agnelli” è nato ufficialmente il 9 luglio del 2012.

Come e’ nata l’idea di dar vita al club?

Erano anni che le varie generazioni di juventini bitettesi cercavano di mettere in atto questa idea, poi grazie ad un gruppo creato su Facebook e all’euforia del primo scudetto dell’era Conte, siamo riusciti a concretizzare il sogno di una vita aprendo il primo club nella nostra piccola cittadina dedicato ad una grande squadra del calcio italiano.

Quali sono le vostre attivita’ e che servizi date ai vostri soci?

Tra le nostre attività e servizi, oltre alla tradizionale prelazione sui biglietti e la visione delle partite presso la sede del club, organizziamo anche una maratona ed una biciclettata dedicata ai bambini, inoltre partecipiamo a vari tornei di calcetto oltre ad organizzare eventi in occasione delle festività.

Quali sono i vostri propositi futuri legati al club?

Confermarci, e perché no, aumentare il numero dei soci in modo tale che il nostro sogno non abbia mai fine, oltre a migliorare ciò che possiamo offrire loro.

Quale e’ stato il ricordo bianconero piu’ bello?

Così su due piedi quello che mi viene subito in mente è il famoso 5 maggio del 2002, così come il primo scudetto vinto al primo anno del nostro club.

E il vostro campione preferito di tutti i tempi?

Ho vissuto tutta l’epopea di Del Piero così come ho potuto ammirare campioni come Platini, Scirea, Tardelli, Zoff, Rossi, Gentile e così via, campioni con la “C” maiuscola, pertanto la scelta mi risulta difficilissima, se proprio devo esprimere una preferenza lo faccio al 50% tra due grandi leggende del passato che tanto mi hanno fatto innamorare della maglia bianconera: Roberto Bettega ed Antonio Cabrini.

Che giocatore vorreste nella Juventus?

Per prima cosa preferirei che non si vendesse nessuno, anche se difficilissimo, poi chi non vorrebbe un Cristiano Ronaldo in squadra.

Ringraziamo il Presidente Antonio Laneve e tutto lo Juventus Club Doc Bitetto Gianni & Umberto Agnelli per la gentile collaborazione, un forte abbraccio e FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS !!!

Post correlati

Lascia una risposta

2 Commenti Su "Juventus Club Doc Bitetto Gianni & Umberto Agnelli"

Opzioni di notifica:
avatar
Ordina per:   Più recente | Più vecchio | Più votato
Antonio Laneve
Guest

Grazie al Redattore Aldo Polidoro e tutto lo staff di
Juwelcome per averci tenuto in considerazione… orgogliosi di essere
bianconeri… un forte abbraccio e FINO ALLA FINE FORZA JUVE! Antonio Laneve
JCD Bitetto

Aldo Polidoro
Guest

Grazie a voi e alla vostra disponibilità. Un saluto a tutto il Club, un forte abbraccio e Fino alla Fine Forza Juventus

wpDiscuz