Il nostro “Speciale Juventus Club d’ Italia” prosegue con l’ intervista allo Juventus Club Doc Forlì 1963 in Romagna. Ringraziamo il Presidente Raffaele Montalti per la disponibilità nel rispondere alle domande riguardanti il loro club e il mondo juventino.

Come è stata, fino ad ora, la stagione 2014/2015 della Juventus?
Direi soddisfacente a parte la sconfitta nella Supercoppa italiana col Napoli.

Come avete preso l’ addio di Conte e la nomina di Allegri come suo successore?
Con molto sconcerto sia per i modi, sia per i tempi in cui è avvenuta.

Chi è per voi l’ antagonista della Juventus per la lotta allo scudetto?
Nonostante tutto direi la Roma.

Come si vive nella vostra zona il tifare Juventus?
La Romagna come il resto d’Italia e del mondo si divide tra tifosi juventini ed antijuventini, in quanto i sostenitori di altre squadre, poveretti, si preoccupano prima di tifare contro la Juve e poi di farlo per le loro squadre.

Quale deve essere il vero spirito del tifoso secondo voi?
Vivere visceralmente la propria passione, partecipando alle vicessitudini della propria squadra del cuore…fino alla fine!

Si avverte in questo periodo molta antijuventinità, non solo nei normali sfottò tra tifosi, ma soprattutto nei media che dovrebbero invece trattare l’informazione in modo neutrale, voi cosa ne pensate in merito?
Direi “niente di nuovo sotto il sole”, è sempre stato così, ma la colpa è anche nostra perchè visto l’alto numero che siamo dovremmo attuare delle forme di boicottaggio verso alcuni giornali o canali televisivi, è inconcepibile vedere dei nostri tifosi che comprano e leggano ancora certi giornali.

Quando e’ stato fondato il vostro club?
Il club è stato fondato nel 1963, abbiamo festeggiato il 50° anniversario due anni fa.

Come e’ nata l’idea di dar vita al club?
Dalla passione di alcuni tifosi che si ritrovavano al bar sotto l’ufficio postale in piazza Saffi a Forlì.

Quali sono le vostre attivita’ e che servizi date ai vostri soci?
Sostanzialmente la possibilità di acquistare biglietti per le partite della Juve, organizzando pullman e dando la possibilità di assistere presso la sede del Club alle partite su schermo gigante. Vengono poi organizzati due/tre eventi all’anno a seconda delle occasioni.

Quali sono i vostri propositi futuri legati al club?
I propositi sono quelli di migliorare i servizi offerti ai soci.

Quale e’ stato il ricordo bianconero piu’ bello?
Ne ho diversi, dalla prima volta allo stadio di Rimini amichevole celebrativa del 14° scudetto ( dove mio padre mi regalò una bandiera che ancora conservo), alla finale di Champions di Roma, al 5 maggio 2002, ma l’emozione e la stretta al cuore ad ogni partita a cui assisto dal vivo è sempre la stessa.

E il vostro campione preferito di tutti i tempi?
Direi che si potrebbe parlare di più epoche da Boniperti a Sivori, da Platini a Del Piero, ma il mio preferito è Roberto Bettega.

Che giocatore vorreste nella Juventus?
Alla Juve vorrei il giocatore che incarni il nostro spirito di stile, un guerriero che ci consenta di alzare la Coppa dalle grandi orecchie.

Ringraziamo il Presidente Raffaele Montalti e tutto lo Juventus Club Doc Forlì 1963 per la gentile collaborazione,un forte abbraccio e FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS !

Post correlati

Lascia una risposta

Commenta per primo!

Opzioni di notifica:
avatar
wpDiscuz