A distanza di una settimana si continua a parlare della partita infinita tra Juventus e Inter, una partita che ha suscitato molte polemiche.

Un match bello, soprattutto il primo tempo, che è stato visto da tutte le parti del Mondo. Una sfida per molti giornalisti ha visto come protagonista l’ arbitro Nicola Rizzoli. Al fischietto italiano si contestano due episodi dubbi in area di rigore bianconera, episodi che, dopo aver visto tanti di quei replay, a mio avviso non erano da punire con il penalty.

“Le Iene”, nota trasmissione targata Mediaset, ha realizzato un’ intervista a riguardo, giusto per creare ancor di più diatribe tra le parti.

Anche la “Domenica Sportiva”, condotta dal bravo Antinelli, ha continuato il dibattito, ospitando Marcello Nicchi. Il Presidente dell’ Aia si è quasi dovuto rendere portavoce di Rizzoli, giustificando ogni importante decisione presa dal fischietto italiano.

Invece Mario Sconcerti, non noto certo per le sue simpatie verso i colori bianconeri, ha sbottato nei confronti del giornalismo italiano. Per il giornalista si è creata una vera sudditanza nei confronti dell’ Inter, oscurando la vera realtà dei fatti.

Una partita che non aveva nulla da raccontare, in fatto di errori arbitrali, è stata strumentalizzata per danneggiare l’ immagine della Juventus. Quando a far notizia sono i colori bianconeri c’ è più audience, e anche se la verità è sotto gli occhi di tutti non la si percepisce.

Sono “Sconcertato” da così tanto odio nei nostri confronti, o potrei dire da così tanta invidia. Un conto è avere un reale episodio a favore, un altro è montare il tutto per infangare questa Maglia.

Noi andiamo avanti per la nostra strada, senza fare “comunicati” penosi e senza gettare benzina sul fuoco, voi continuate a parlare,scrivere e lamentarvi… Tanto la Storia Canta…

Post correlati

Lascia una risposta

Commenta per primo!

Opzioni di notifica:
avatar
wpDiscuz