Parte il nostro “Speciale Juventus Club d’Italia”, per scoprire come si vive il grande tifobianconero nei club, cuore pulsante della tifoseria.

Oggi ci occupiamo dello Juventus Club Doc Roma grazie alla cortese intervista esclusiva al Presidente Carlo Fracon e al Vice presidente  Romano Alessandro Testi a cui abbiamo rivolto alcune domande sul loro club e sull’attualità juventina per un intenso viaggio al centro della passione bianconera.

Uno Juventus club a Roma, la città della diretta rivale per lo scudetto, come vivete questa doppia realtà?

Essere tifosi della Juventus  a Roma rappresenta da sempre una sfida e un  motivo di vanto nei confronti dei tifosi autoctoni. Vincere a Roma, contro la Roma, contro questa Roma, riempie di orgoglio i cuori di tutti noi, romani veri

Quale deve essere il vero spirito del tifoso secondo voi?

Credo che un tifoso dovrebbe sempre sostenere la squadra, senza se e senza ma, a prescindere dai risultati. Questo sostegno dovrebbe essere sempre indirizzato unicamente verso i propri colori, indifferentemente dall’avversario che si ha di fronte.

Si avverte in questo periodo molta antijuventinità, non solo nei normali sfottò tra tifosi, ma soprattutto nei media che dovrebbero invece trattare l’informazione in modo neutrale, voi cosa ne pensate in merito?

La solita storia: ogni volta che la Juventus inizia un ciclo vincente la macchina del fango puntualmente si rimette in moto!

Quando e’ stato fondato il vostro club?

Il Club nasce ufficialmente nel 1995 anche se il gruppo portante e fondatore esiste fin dal 1980.

Come e’ nata l’idea di dar vita al club?

Il Club nasce con la finalità di diventare un punto di riferimento e di aggregazione per tutti i tifosi bianconeri della Capitale e non solo…

Quali sono le vostre attivita’ e che servizi date ai vostri soci?

La peculiarità che contraddistingue il Club Roma è la ormai consolidata capacità organizzata che ci permette di garantire ai nostri soci la possibilità di seguire la Juventus ovunque giochi, in Italia e in Europa, in un clima di amicizia e sportività. Parallelamente all’aspetto meramente sportivo ci siamo dedicati anche ad attività sociali quali campagne di solidarietà supportando associazioni locali di riferimento, organizzazione di eventi sportivi, incontri con lo staff dirigenziale e tecnico della società, momenti di aggregazione quali cene con la partecipazione di numerose personalità di spicco del mondo bianconero che hanno anche ricevuto copertura mediatica.

Quali sono i vostri propositi futuri legati al club?

Da quando siamo stati investiti della carica di referenti regionali del Lazio presso il Centro di Coordinamento Nazionale dei Club Doc il nostro sogno e proposito per il futuro, oltre al consolidamento di tutte le attività sopracitate, è sicuramente quello di creare sinergie e collaborazioni fattive su tutto il territorio.

Quale e’ stato il ricordo bianconero piu’ bello?

La Champions League vinta a Roma nel 96, nello stadio della Roma, nella curva della Roma e ogni volta che battiamo la Roma…e, ovviamente, il 5 maggio 2002!

E il vostro campione preferito di tutti i tempi?

Noi del direttivo siamo tutti quarantenni, quindi sarebbe facile rispondere Platini, Scirea o Tardelli, però a pari merito rimarranno scolpiti nei nostri cuori Trezeguet e Del Piero.

Che giocatore chiedereste di portare a casa a Marotta questa estate?

Ribery – Robben gli esterni dei nostri sogni…

 Ringraziamo il Presidente Carlo Fracon e il Vice presidente  Romano Alessandro Testi dello Juventus Club Doc Roma per la gentile collaborazione, un caro saluto e…FINO ALLA FINE…FORZA JUVENTUS !

Post correlati