Aldila di quello che dice il rettangolo verde (e cioè che la squadra in questo periodo non sta entusiasmando pur facendo il vuoto dietro di sè) una cosa appare chiara, il gruppo bianconero è solido ed affiatato. Il gioco non convince in pieno ma i valori umani sono sempre in bella evidenza nella Juventus.

Lo dimostra il gesto di Dybala che dopo la meravigliosa punizione di sabato è corso subito ad abbracciare Bonucci, alle prese con seri probemi in famiglia.

Mentre a Roma il pupone catalizza ormai da anni tutto l’interesse, a Napoli si continuano a cercare leader in grado di trascinare in modo costante la squadra e a San Siro va in scena una contestazione di alcuni tifosi verso il proprio capitano (incredibile, quasi mai vista…), allo Stadium va in onda l’ennesima dimostrazione di forza della società bianconera.

Come già lo scorso anno aveva colpito l’affiatamento dei quattro attaccanti nonostante tra loro la concorrenza per giocare era spietata ora non si può non elogiare Dybala, peraltro uno dei più giovani di tutti, che anzichè pensare ad autoelogiarsi o montarsi la testa, corre verso un suo compagno in un momento delicato.

Bravo Paulo, campione dentro e fuori dal campo.

fonte immagine www.90min.com

Post correlati

Lascia una risposta

Commenta per primo!

Opzioni di notifica:
avatar
wpDiscuz